la solita penna

La solita penna, il solito inchiostro nero,
un foglio di carta nuovo e via
si ricomincia a sfornare emozioni
e a macchiare il foglio di carta nuovo  con i sogni, con le parole,
con i pensieri. Vorrei che questo foglio bianco
Si riempisse di te E non delle solite parole, vorrei che voltando pagina
ci trovassi te e non un nuovo foglio bianco. Ma è così
il foglio è bianco e tu  non ci sei, sei lontana da me ma vicina quanto basta per riempire il foglio bianco di
TE. Ti materializzi Con il battito frenetico del mio cuore Le mie mani conoscono la tua pelle
I miei occhi conoscono i tuoi Il mio naso conosce il tuo odore.
Ed in fondo. Non manca niente. Ed il foglio bianco. Non è più bianco.
Ma si colora di te. La mia penna si muove. Come. Si muovono le mie mani sul tuo corpo
La mia penna lascia scie di inchiostro. Come. Le mie mani lasciano scie di amore.
Tutto diventa cosi . Uguale. Il movimento della penna.  È il movimento .
Dei tuoi baci. Il foglio è liscio. Come il tuo corpo Il foglio bianco . Si colora
Come si colora. La mia pelle. Quando sei vicina. Eppure qualcosa manca !!!!
La cerco nelle parole, mi fermo a guardare nei pensieri e ciò che manca
lo trovo lo prendo lo faccio mio e non lo lascio più era lì  che chiamava, era lì che mi cercava
era lì ma ero troppo preso dal disegnare sul foglio nuovo il ricordo di te e non lo sentivo
eppure è la cosa necessaria ecco adesso l’ ho preso, la pagina l’ ho voltata e tutto è cosi  perfetto.
La penna adesso corre veloce E trova sfogo sul foglio nuovo. Ha trovato il tuo amore Lo disegna come un vortice di Passione. Lo disegna. E non manca più niente. La penna ha macchiato  Di inchiostro nero  Il foglio bianco. È nato Un patto Il nostro  Patto d’amore. Un intesa perfetta Un mare in tempesta. E come due barche .Ci troviamo al largo. Dove non c’è appiglio. Dove c’è solo . Il nostro amore. Lungo, breve, corto, infinito, immenso, chi può dirlo ? come un onda  ti travolge così come la penna travolge il foglio bianco  di riga in riga. Come il mare  Il nostro amore. Riprende il moto continuo. Con la musica delle onde Con il profumo del sale. Mi sveglio. Trovo la tua bocca che cerca. La mia. Trovo le tua mani. Che si attorcigliano . Alle mie. Come il mare che invade la spiaggia Il mio corpo . Invade il tuo Come un onda  Che si annienta sugli scogli. E ci ritroviamo TU Io. Il mare. Le onde. E la mia penna .Che sul foglio bianco dipinge …………………………………..

L’estasi d’amore…………………………………………………………………………………………………………………
La tua
La mia

la solita pennaultima modifica: 2011-05-19T22:33:48+02:00da angel352
Reposta per primo quest’articolo